Surrene

38px|left Le informazioni qui riportate hanno solo un fine illustrativo, non sono prescrizioni né consigli medici - Leggi il disclaimer

Il surrene è un organo ghiandolare endocrino pari posto nell'addome. Il suo nome deriva dalla posizione che occupa, al di sopra del rene.

Indice

Anatomia umana

Le ghiandole sono due, poste nell'addome, a lato della colonna vertebrale, a contatto della parte superiore di ciascun rene. Sono contenuti entro la loggia renale.
Hanno una forma piramidale, con la base posta inferiormente. Quella destra è più alta, quella sinistra è più bassa e assume una forma semilunare.
Nell'adulto raggiungono le dimensioni di 3 cm in altezza, 4-5 cm in lunghezza e 0,5-1 cm in spessore. Hanno un peso di circa 9 grammi. Nel corso della gravidanza aumentano sia di volume che di peso, a causa di uno sviluppo della parte corticale.
La ghiandola è costituita da due parti distinte: la più esterna è quella corticale (di colore giallastro), la più interna è quella midollare (di colore bruno-nerastro).

Il surrene sinistro in avanti è in rapporto con la borsa omentale e attraverso di essa con la faccia posteriore dello stomaco, nel margine mediale è in rapporto con la faccia posteriore dello stomaco e con l'aorta; quello destro è in rapporto con la faccia viscerale del fegato, nel margine mediale è in rapporto con la faccia viscerale del fegato e con la vena cava inferiore. Entrambe le surrenali sono in rapporto con l'ultima vertebra toracica e la prima lombare e con il diaframma.

Surrene corticale

Questa parte del surrene è costituita da cordoni di cellule disposte in modo da formare tre zone distinte:

Le cellule sono rappresentate dagli spongiociti, organizzati in cordoni cellulari, fra i quali sono compresi numerosi capillari.

Gli steroidi agiscono sul ricambio idrosalino favorendo, a livello renale, il riassorbimento degli ioni di sodio e inibendo quello degli ioni di potassio. Questi ormoni sono detti "mineralcorticoidi".
Il cortisolo e il cortisone agiscono sul ricambio di zuccheri e proteine e sono detti "glucocorticoidi".
L'attività delle tre zone è regolata dall'ipofisi, tramite gli ormoni ACTH (ormone adrenocorticotropo o corticotropina) e LH (ormone luteinizzante).

Surrene midollare

È la parte centrale della ghiandola, le sue cellule secernono le catecolamine: noradrenalina e adrenalina.

È organizzata in cordoni cellulari, costituiti da cellule chiamate cromaffini perché si colorano intensamente, fra i cordoni cellulari si trovano numerosi capillari.
Le cellule della midollare vengono considerate come cellule di tipo pre-gangliare simpatiche derivate dalle creste neurali durante lo sviluppo embrionale e il rilascio degli ormoni prodotti da esse è sotto diretto controllo nervoso, attraverso terminazioni colinergiche (acetilcolina). Questa sua caratteristica, unica fra tutte le ghiandole consente alla midollare del surrene di avere una secrezione di tipo episodico e molto rapida.

L'adrenalina costituisce l'80% delle catecolamine emesse. Agisce sull'apparato cardiocircolatorio, sulla muscolatura liscia dei bronchi, sulla muscolatura liscia e sul metabolismo degli zuccheri. È l'ormone di emergenza in tutte le situazioni di stress. Agisce anche sull'ipofisi, stimolandola a produrre ACTH, che attiva la funzione corticale della ghiandola surrenale.
Il restante 20% è costituito da noradrenalina.

Patologia

Un'insufficienza surrenalica corticale prende il nome di morbo di Addison o diabete bronzino. L'insufficiente produzione può essere dovuta a infiammazioni, traumi o emorragie. La terapia si basa sulla somministrazione di ormoni cortisonici.
Un’eventuale iperfunzionalità è di norma sostenuta da una presenza di tumori primitivi del surrene (feocromocitoma), che causano un’abnorme produzione di adrenalina e di noradrenalina. Queste causano crisi ipertensive ricorrenti, con nausea, dispnea, cefalea e tachicardia. La terapia è chirurgica e comporta l'asportazione del tumore.
Un'iperattività dell'ipofisi, che può essere causata anche da un adenoma, provoca un'iperfunzione della parte corticale del surrene, detta sindrome di Cushing; più rara è la presenza di un tumore primitivo nella parte corticale del surrene. I sintomi classici sono obesità, astenia, ipertricosi, ipertensione arteriosa, iperglicemia e osteoporosi. La terapia consiste nell'asportazione del tumore.

Voci correlate

See also: Surrene, Addome, Aorta, Cellula, Colonna vertebrale, Dispnea, Ghiandola, Gravidanza, Infiammazione